Trovaci su: Twitter

L’US Central Command a supporto dei caccia Usa in Qatar, Kuwait e Bahrain

Di Michela Della Maggesa
In In Evidenza
09/03/2016
0 Commenti

Il comandante dell’US Central Command, generale Lloyd Austin darà il proprio supporto alla vendita di caccia Usa in Qatar, Kuwait e Bahrain, lo riporta la stampa, dopo l’audizione fatta in Senato dal comandante. In particolare, il Qatar sarebbe interessato ad avere l’F-15 Strike Eagles, al Kuwait interesserebbe l’F/A-18 Strike Eagles, mentre il Bahrain potrebbe decidere di aumentare il numero dei suoi F-16. Secondo quanto riporta Flightglobal, la lenta risposta da parte americana a queste richieste potrebbe “mettere in difficoltà potenziali accordi nella regione, proprio quando il Medio Oriente si “scaldava” per il Rafale di Dassault e il caccia europeo Eurofighter”, per il quale il Kuwait recentemente ha anche approvato lo stanziamento di nuovi fondi, da utilizzare come pagamento anticipato per l’acquisizione dei suoi 24 velivoli. Come sottolinea la testata, la produzione di tutti e tre i caccia di quarta generazione è oramai agli sgoccioli, dopo la decisione degli Usa e di 10 clienti internazionali di dotarsi dell’F-35. Boeing lo scorso anno ha consegnato 14 F-15 e 35 F/A-18 e la produzione del Super Hornet è scesa a due velivoli mese, con 24 consegne previste per il 2016. Senza nuovi ordini invece, Lockheed Martin cesserà del tutto la produzione dell’F-16 in Texas nel 2017, dopo 4.500 caccia assemblati.

Lascia un commento

avatar