Trovaci su: Twitter

Continua a crescere il cargo su Malpensa

Di Michela Della Maggesa
In In Evidenza
20/08/2015
0 Commenti

Nei primi 6 mesi del 2015 le merci hanno registrato su Malpensa un incremento del 9% rispetto al 2014. Positiva la ripresa dell’import da maggio, mentre l’export continua a crescere a doppia cifra (quasi +15%). A fornire i dati, Giulio De Metrio, chief operating officer della Sea, la società di gestione degli aeroporti di Malpensa e Linate. Tra i principali mercati Sud America e Africa. Bene anche sulle principali aree di riferimento: Far East e America del Nord. Il cargo, che rappresenta il 70% del totale Malpensa, ha realizzato una crescita di quasi il 10% (con un aumento dei voli del 22%). Bene anche il belly (la merce trasportata in stiva nei voli passeggeri), che, grazie all’aumento dell’utilizzo di velivoli più grandi, è cresciuto di circa l’8% rispetto allo scorso anno. “Malpensa è il più grande aeroporto per le merci via aerea del Sud Europa con un volume di merci trasportate superiore ai 460.000 tonnellate nel 2014 (50% del totale Italia), confrontate alle 421.000 tonnellate del 2013 con una crescita del 9% tra le più alte in Europa”. Ha spiegato De Metrio. Nel primo semestre 2015 sono state trasportate circa 246.000 tonnellate (+9% rispetto al primo semestre 2014). Se questo trend di crescita si conferma nel secondo semestre, Malpensa potrebbe superare il record storico del 2007, (471.000 tonnellate).
Intanto il gruppo Cargolux ha illustrato a Milano-Malpensa le novità commerciali implementate durante la stagione estiva 2015. Nel corso della presentazione, alla quale hanno partecipato tra gli altri Pietro Modiano, presidente Sea e l’amministratore di Cargolux, Dirk Reich. Reich ha illustrato le novità del gruppo e il piano di sviluppo legato principalmente all’espansione in Cina. Il senior vice president logistica di Cargolux, Kevin Nash, ha invece spiegato il nuovo accordo sui servizi di trasporto via gomma in Italia, stipulato con il gruppo Wallenborn, che garantirà collegamenti tra Italia e Lussemburgo e all’interno del nostro Paese. Oltre a questo si è discusso dell’introduzione in portafoglio di una serie di prodotti specializzati e dedicati alla clientela cargo.

Lascia un commento

avatar