Trovaci su: Twitter

La DGA si prepara a ricevere il nuovo banco prova del Rafale

Di Michela Della Maggesa
In In Evidenza
24/06/2015
0 Commenti

In mostra all’ultimo salone di Parigi, c’era anche il nuovo banco prova della Direction Générale de l’Armement (DGA), che lo riceverà prima della fine dell’anno e comincerà ad utilizzarlo da Cazaux nel 2016. Il velivolo, un Fokker 100 modificato, sostituirà 7 Falcon 20 Mystère della Dassault, attualmente utilizzati dall’Ente governativo francese per i test in volo. Modificato da Sabena Technics, per permettere di testare i sistemi del caccia Rafale (tra cui radar, apparati di comunicazione, missili e dispositivi di guerra elettronica), il banco prova di nuova generazione è pensato per accrescere il rapporto costo-efficacia nei test in volo.

Il Fokker 100 è equipaggiato con 2 tonnellate di cablaggi, che permetteranno di portare a bordo e sperimentare anche più sistemi contemporaneamente. Quattro le postazioni per gli operatori e sei le baie d’integrazione presenti. Con questo velivolo l’unità sperimentale della DGA, che attualmente riesce a farne una cinquantina, conta di effettuare 150 voli all’anno, grazie all’accorciamento dei tempi necessari ai cambiamenti di configurazione. “Questo aereo – spiega la DGA – ci permetterà di sperimentare in volo sistemi non ancora maturi o troppo grandi per poter essere imbarcati sui nostri caccia”.

Il velivolo esposto a Le Bourget monta una sezione del muso del Rafale, che alloggia il radar Aesa RBE-2 di Thales, ed altri equipaggiamenti, come i pod Reco NG e i missili aria-aria Mica di Mbda. Per quanto riguarda questi ultimi, il velivolo non sarà utilizzato per i test di lancio, ma per valutare le capacità dei seeker. Il Fokker 100 sarà impiegato per effettuare circa l’80% dei test di sviluppo, prima del passaggio sui Mirage 2000.

Lascia un commento

avatar