Trovaci su: Twitter

Leonardo premia l’innovazione (interna)

Di Luigi Romano
In In Evidenza
04/03/2021
0 Commenti

“Siamo orgogliosi del successo ottenuto dall’iniziativa che mira a valorizzare un capitale di conoscenza e innovazione di cui già disponiamo al nostro interno e che può rappresentare un moltiplicatore decisivo in grado di sviluppare il nostro business del futuro come indicato nel piano Be Tomorrow – Leonardo 2030”. Commenta così Enrico Savio, chief strategy & market intelligence officer di Leonardo, la conclusione del concorso “Call for entrepreneurship” (C4E) con cui Leonardo ha selezionato e premiato idee e progetti nati in azienda e utili a sostenere gli obiettivi del piano Be Tomorrow – Leonardo 2030, la roadmap per l’innovazione alla base della crescita sostenibile di Leonardo nel lungo periodo. “Con questa iniziativa abbiamo così introdotto un nuovo paradigma, in grado di rappresentare anche un cambiamento culturale, volto a cercare l’innovazione in nuovi modelli di business o nuove value proposition che utilizzino tecnologie, asset e competenze già disponibili al nostro interno e proprie delle persone di Leonardo – ha continuato Savio – la risposta ottenuta, oltre novanta i progetti presentati ed esaminati e tutti caratterizzati da un elevato spessore qualitativo, conferma la validità dell’iniziativa”.

I PROGETTI VINCENTI

A vincere è stato il team che ha presentato il progetto “Centro di eccellenza per la simulazione, la formazione e la digitalizzazione in ambito sanitario”, concepito come un polo tecnologico-culturale dedicato al digital empowering del sistema sanitario attraverso un crossover tecnologico e metodologico tra aerospazio, difesa e sanità. L’obiettivo, in particolare, è quello di gestire il rapido cambiamento che l’innovazione tecnologica e le soluzioni digitali impongono nella formazione del capitale umano nel settore sanitario, con il fine ultimo di ridurre il rischio sanitario per il paziente. Sul podio è salito anche il progetto sul “Container modulare sostenibile”, basato sullo sviluppo dell’idea innovativa di uno shelter/container per fronteggiare le attuali esigenze legate alla pandemia ed alle calamità naturali. Terzo classificato il piano per un “Sistema di identificazione sicura dei droni”, che prevede la realizzazione e la gestione di una piattaforma in grado di identificare e autenticare dispositivi e operatori, mettendo in sicurezza lo scambio delle informazioni tra gli utenti che utilizzano i servizi dell’ecosistema Utm e Urban air mobility.

BE TOMORROW

Tutti i progetti presentati sono ricompresi all’interno degli ambiti di interesse individuati al momento del lancio del concorso e inerenti allo sviluppo di idee per incrementare la digitalizzazione, creare soluzioni tese a migliorare le condizioni dell’uomo e dell’ambiente, e trasformare, potenziandola, l’offerta di prodotti e servizi. Si tratta di tre aree che rappresentano gli snodi strategici del piano Be Tomorrow, nella sua direttrice “Master the new”. Una giuria interna, composta dal management e dai dipendenti di Leonardo, che hanno seguito la cerimonia di premiazione durante un evento digitale, ha decretato i tre vincitori compresi in una short list di dieci progetti, ritenuti migliori tra i 94 esaminati, e selezionati per partecipare al contest finale. Ogni singolo progetto è stato presentato, durante l’evento, dai dieci team finalisti tramite un pitch per illustrarne i punti di forza.

SVILUPPI FUTURI DELL’INIZIATIVA

I tre team vincitori saranno ora supportati in un processo di accelerazione di start up e avranno l’opportunità di essere affiancati da professionisti dedicati, tra i quali Gellify, società esperta di open innovation e acceleratore di start up, per implementarne le competenze imprenditoriali. Obiettivo del concorso “Call for entrepreneurship” è stato, infatti, quello di stimolare e costruire un mindset imprenditoriale nelle persone di Leonardo, supportandole nella proposizione e realizzazione delle proprie idee di business. Tra le finalità dell’iniziativa vi è la creazione di start up, nate da uno spin off aziendale, grazie al supporto che Leonardo fornirà ai progetti vincitori anche attraverso co-investimenti, per trasformarli, in futuro, in uno dei business dell’azienda. L’iniziativa C4E si affianca al tradizionale processo di ricerca e sviluppo di Leonardo che tipicamente guarda al medio-lungo termine e pone il focus sull’innovazione aziendale per rispondere più rapidamente alle esigenze del mercato con idee e proposte concrete e realizzabili nel breve termine.

Lascia un commento

avatar