Trovaci su: Twitter

L’Italia detta la linea sulla Difesa europea

Di Stefano Pioppi
In Rassegna Stampa
11/12/2020
0 Commenti

Nessuna ambiguità sulla Difesa europea: dovrà rafforzare la Nato e contribuire a rinsaldare l’asse transatlantico. È la linea dell’Italia, chiarita mercoledì dal ministro Lorenzo Guerini e dai rappresentanti di istituzioni e industria intervenuti all’evento web del Centro studi americani di Roma. Il nodo da sciogliere è sul concetto di “autonomia strategica dell’Europa”, tra chi la intende come indipendenza dagli Stati Uniti (a partire da Emmanuel Macron) e chi invece come rafforzamento del blocco euro-atlantico. La linea italiana è chiara: “Autonomia strategica – ha detto Guerini – non significa assecondare una pulsione identitaria di affrancamento, ma rafforzare il pilastro europeo della struttura di sicurezza occidentale, fondata sul Patto atlantico”. D’accordo il generale Claudio Graziano, che presiede il Comitato militare dell’Ue: “Non intendiamo l’autonomia da qualcuno o da qualcosa, ma la capacità di agire da soli, se necessario, e con partner, quando possibile”.

Leggi l’articolo completo

Lascia un commento

avatar