Trovaci su: Twitter

Dalla fornitura al valore. Così Leonardo sostiene la filiera

Di Luigi Romano
In In Evidenza
12/11/2020
0 Commenti

Leonardo rafforza il supporto alla catena di fornitura. Nel corso di un workshop, l’azienda guidata da Alessandro Profumo ha annunciato l’avvio di una nuova iniziativa dedicata ai “fornitori-chiave”, incentrata sull’eccellenza operativa. Punta ad accompagnarli nel “lean journey”, cioè nel percorso che porti a massimizzare la competitività e la soddisfazione del cliente attraverso un approccio strutturato di miglioramento continuo.

Il progetto si inserisce all’interno del programma “Leonardo Empowering Advanced Partnership 2020”, meglio noto con l’acronimo “Leap2020”, presentato nel corso dell’evento virtuale “Lean Management & Leonardo Production System” rivolto alle aziende partecipanti alla “ELITE Leonardo Lounge”. Quest’ultima rappresenta l’ambiente sviluppato da ELITE (piattaforma del Gruppo London Stock Exchangeper) per i fornitori ad alto potenziale della supply chain di Leonardo. Attualmente coinvolge oltre quaranta Pmi, provenienti da dodici diverse regioni, per un fatturato aggregato pari a 1 miliardo di euro e un totale di oltre 5.700 dipendenti.

“Con il programma Leap2020 stiamo rinforzando e valorizzando la nostra filiera”, ha spiegato Giacinto Carullo, chief procurement & supply chain officer di Leonardo. Come? “Facendo leva su un rapporto di partnership trasparente e sostenibile con le eccellenze della filiera, per dare vita ad un eco-sistema industriale più competitivo, integrato, innovativo e resiliente”. In altre parole, si punta a far evolvere la “supply chain” in “value chain”, attraverso la modalità sperimentata nel workshop. Si concentra sulla condivisione della visione e della metodologia di miglioramento continuo adottata dall’azienda con il “Leonardo Production System”, lo specifico programma che si propone di aumentare la competitività aziendale attraverso lo sviluppo delle competenze delle persone.

“L’obiettivo di Leonardo – spiega una nota – è quello di favorire l’integrazione dei processi fornitore cliente in un’ottica di miglioramento continuo e di creare un eco-sistema industriale votato all’eccellenza operativa, partendo dai pilastri della qualità e della logistica”.

Lascia un commento

avatar