Trovaci su: Twitter

Il gender gap nella sicurezza informatica

Di Stefano Pioppi
In Rassegna Stampa
21/08/2020
0 Commenti

Hacker, virus e cyber-war, le minacce informatiche fanno sempre più paura. Secondo Cybersecurity Ventures, il prossimo anno gli attacchi cibernetici causeranno danni per seimila miliardi di dollari, il doppio del 2015 quando furono tremila. Eppure, c’è ancora scarsità di professionisti della sicurezza informatica. Entro il 2022 ne mancheranno all’appello 1,8 milioni, di cui 350mila in Europa. Un gap che ne nasconde un altro: la bassa presenza femminile nelle discipline Stem: scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. Secondo l’Onu, a livello mondiale solo il 28% dei ricercatori in questi campi è donna. Nel cyber solo il 7%.

Per invertire il trend nel 2018 è nato “Women4Cyber”, progetto europeo per favorire l’inclusione di genere in ambito informatico. Patrocinato dalla Commissione europea…

Leggi qui l’articolo completo

Lascia un commento

avatar