Trovaci su: Twitter

Leonardo, approvato bilancio, dividendo e nuovo CdA

Di Airpress online
In In Evidenza
20/05/2020
0 Commenti

L’assemblea degli azionisti di Leonardo ha approvato il bilancio della società per l’esercizio 2019, preso visione del bilancio consolidato e nominato il nuovo Cda, che sarà presieduto da Luciano Carta. Il percorso di crescita previsto dal piano industriale  – si legge nella nota diffusa dal gruppo – trova piena realizzazione nel 2019, con risultati in linea o superiori rispetto agli obiettivi prefissati. L’incremento dei ricavi in tutti i settori di business, trainato dai successi commerciali, è stato accompagnato dall’aumento del risultato operativo, in grado di compensare anche

il minore apporto di talune joint venture strategiche. La sostenibilità di tale crescita nel lungo periodo e la creazione di valore del gruppo sono garantite dagli investimenti effettuati in persone, competenze e tecnologie innovative. Il risultato netto del periodo, in sensibile incremento rispetto all’anno precedente, beneficia della forte crescita del risultato operativo, dei minori oneri di ristrutturazione, della riduzione dell’ammortamento di attività derivanti da Purchase Price Allocation, oltre che degli effetti derivanti dalla transazione con Hitachi, classificati nel risultato delle “Discontinued operations”.

L’esercizio 2019 evidenzia ordini per 14.105 milioni di euro. Il portafoglio ordini ammonta a 36.513 milioni di euro e mostra, rispetto al 2018 un incremento del 1,1%,  assicurando una copertura in termini di produzione equivalente pari a oltre 2,5 anni. I ricavi sono pari a 13.784 milioni di euro, con un incremento del 12,6%, principalmente riconducibile ai segmenti Elettronica per la Difesa e Sicurezza e Aeronautica. L’EBITA èpari a 1.251 milioni di euro, confermando una solida redditività (ROS del 9,1%, in linea con il precedente esercizio) per effetto del miglioramento registrato nell’Elettronica per la Difesa e Sicurezza, negli Elicotteri e nelle Divisioni dell’Aeronautica, che ha più che compensato la flessione del risultato del Consorzio GIE-ATR e del segmento manifatturiero nel settore Spazio oltre che, gli investimenti associati al rafforzamento delle strutture centrali a supporto del percorso di crescita del Gruppo.

Come sottolineato nella relazione finanziaria annuale 2019 l’emergenza COVID-19 sta producendo effetti sul regolare svolgimento delle attività aziendali del gruppo, in un contesto globale di grave recessione economica ed elevata incertezza. “Questo impone di sospendere le previsioni per l’esercizio 2020 formulate a marzo nell’ipotesi di assenza di COVID-19. Peraltro l’Italia è stato il primo Paese occidentale ad essere coinvolto dalla pandemia e quindi il gruppo fin dal primo trimestre è stato più di altri impattato dalle conseguenze dei provvedimenti emanati dalle autorità per il contenimento del rischio e la protezione della salute dei lavoratori”. Le misure adottate per contenere la diffusione del virus e gli effetti dell’emergenza sanitaria condizionano le attività produttive, l’avanzamento dei programmi, la catena di fornitura e la possibilità da parte dei clienti di ritirare i prodotti e sistemi. A ciò si aggiungono gli effetti che la crisi avrà sulla domanda nei mercati in cui il gruppo opera, ed in particolare in quello dell’aeronautica civile.

Il gruppo ha reagito prontamente al nuovo scenario mettendo in atto una serie di misure, tuttavia – si sottolinea – l’incertezza circa la gravità e la durata della pandemia e delle misure di contenimento del contagio nonché degli impatti sul tessuto produttivo, economico e sociale dei numerosi Paesi in stato di parziale o totale “lockdown” in cui il gruppo opera non permette allo stato attuale una quantificazione degli effetti sull’andamento nel 2020. Il CdA, visto il portafoglio ordini dell’azienda e l’andamento commerciale registrato nel primo trimestre, ritiene che quanto sta accadendo non modifichi le prospettive di medio-lungo periodo.

L’Assemblea ha approvato un dividendo pari a 0,14 euro per azione e dopo avere determinato in 12 il numero dei relativi componenti e fissato in tre esercizi la durata del relativo mandato, ha provveduto alla nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione per il triennio 2020-2022. Il nuovo Consiglio sarà composto dal presidente Luciano Carta, dall’a.d. Alessandro Profumo e dai consiglieri Carmine America, Pierfrancesco Barletta, Elena Comparato, Paola Giannetakis, Federica Guidi, Maurizio Pinnarò, Dario Frigerio, Marina Rubini, Patrizia Michela Giangualano e Ferruccio Resta. 

Lascia un commento

avatar