Trovaci su: Twitter

La Nato vuole tornare centrale in Medio Oriente

Di Stefano Pioppi
In Rassegna Stampa
12/02/2020
0 Commenti

Libia, Medio Oriente e Afghanistan. Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini sarà oggi a Bruxelles per il periodico vertice con i colleghi della Nato. Nell’agenda dell’incontro, anticipata ieri dal segretario generale Jens Stoltenberg, c’è soprattutto il fronte sud, quello che più interessa il nostro Paese.

È d’altra parte la prima ministeriale dell’Alleanza dopo il summit tra i capi di Stato e di governo dello scorso dicembre, ma soprattutto dopo il peggioramento della cristi libica e l’escalation di inizio anno tra Iran e Stati Uniti. A pochi giorni dall’uccisione di Qassem Soleimani, Stoltenberg aveva convocato d’urgenza i rappresentanti permanenti compattando gli alleati su “de-escalation e moderazione”. Dopo oltre un mese, il ragionamento si sposterà su “cosa in più può fare la Nato” per la stabilità della regione, a partire dall’Iraq dove l’Alleanza dispiega una missione d’addestramento da 500 unità.

Clicca qui per continuare a leggere

Lascia un commento

avatar