Trovaci su: Twitter

Piaggio Aerospace, nuova intesa con la Difesa sull’Avanti EVO

Di Luigi Romano
In In Evidenza
23/12/2019
0 Commenti

“Una comune e solida volontà del governo di trovare soluzioni adeguate per la Difesa e per le nostre aziende”. È questo, secondo il ministro Lorenzo Guerini, il segnale che arriva dal contratto siglato dal dicastero con Piaggio Aerospace. Con un valore di quasi 200 milioni, riguarda l’acquisto di nuovi velivoli da trasporto executive P.180 Avanti Evo e l’ammodernamento di parte della flotta già in dotazione alle Forze armate. Si somma tra l’altro all’accordo firmato la scorsa settimana sui motori dell’elicottero Chinook, che di milioni ne vale 50.

A firmare l’intesa il generale Basilio Di Martino, direttore della Direzione degli Armamenti aeronautici (ArmAereo) e il commissario straordinario dell’azienda ligure Vincenzo Nicasto  , giunto a dicembre dello scorso anno dopo che Piaggio Aerospace aveva presentato al ministero dello Sviluppo economico istanza per accedere alla procedura di amministrazione straordinaria. Con loro era presenta anche il generale Pietro Serino, capo di Gabinetto ministero della Difesa,.

Nel dettaglio, l’accordo prevede che l’azienda ligure produca e consegni, in un arco temporale di quattro anni, cinque aerei in configurazione trasporto persone e aeroambulanza e quattro velivoli destinati alle radiomisure. Con il medesimo contratto, Piaggio Aerospace si impegna inoltre ad ammodernare un primo P.180 già in dotazione alle Forze armate, per un’attività è pari a 130 milioni. C’è poi l’opzione, da finalizzare entro due anni, per la finalizzazione di un ulteriore incarico (da 66 milioni) per l’ammodernamento di 18 altri velivoli attualmente nelle disponibilità di Carabinieri, Esercito, Marina e Aeronautica Militare.

“Abbiamo raggiunto un importante obiettivo con la firma di oggi che è espressione di una comune e solida volontà del governo di trovare soluzioni adeguate per la Difesa e per le nostre aziende”, ha detto il ministro Guerini. “Ringrazio anche il ministro Patuanelli – ha aggiunto – con il quale abbiamo lavorato molto, e bene, per questo risultato”.

“L’ordine perfezionato oggi, ad appena un anno dall’avvio dell’amministrazione straordinaria, è il risultato straordinario dello sforzo congiunto e generoso di tutte le parti coinvolte: governo, Forze armate e istituzioni locali”, gli ha fatto eco Nicastro. “Questa commessa – ha rimarcato – rappresenta per Piaggio Aerospace un vero punto di svolta, mentre con la ripresa della produzione velivoli potremo reintegrare progressivamente i lavoratori in cassa integrazione”. Eppure, “non ci fermeremo qui – promette Nicastro – continueremo a lavorare con energia anche sul fronte dei privati, con l’obiettivo di finalizzare nuovi, significativi ordini”. Nel frattempo, da detto concludento, “siamo quasi pronti a lanciare il bando pubblico per la vendita degli asset della società, che contiamo di pubblicare alla ripresa delle attività dopo la pausa natalizia”.

Lascia un commento

avatar