Trovaci su: Twitter

Enav completa l’acquisizione della divisione Air Navigation di IDS

Di Michela Della Maggesa
In In Evidenza
18/07/2019
0 Commenti

Enav ha finalizzato l’acquisizione della divisione Air Navigation di IDS – Ingegneria dei Sistemi. Il closing dell’operazione fa seguito alla sottoscrizione del contratto preliminare annunciato a marzo, oltre che al buon esito delle attività di due diligence. In particolare, l’operazione si è conclusa a fronte di un corrispettivo di 41 milioni di euro, al netto degli aggiustamenti previsti nel contratto preliminare, su un Ebitda 2018 pari a 8,9 milioni di euro.

Saranno 150 le risorse della divisione Air Navigation di IDS (tutta la sede romana), che transiteranno nel gruppo Enav. Contestualmente al closing, è stata altresì sottoscritta un’opzione che prevede la possibilità da parte di Enav, entro giugno 2020, di rilevare anche le attività della divisione Air Navigation, attualmente inglobate in IDS North America e IDS Australasia.  

La nuova società, denominata IDS AirNav, manterrà il suo pieno focus sullo sviluppo di soluzioni software nei settori della gestione delle informazioni aeronautiche e gestione del traffico aereo attualmente adottati da circa cento clienti tra Italia, Europa e Paesi extra-europei. La divisione appena acquisita propone un set completo di soluzioni complementari all’offerta di Enav, con particolare riferimento alla suite di sviluppo di progettazione degli spazi aerei, al database per la gestione delle informazioni aeronautiche e ad altri servizi essenziali per i service provider del controllo del traffico aereo.  

Siamo orgogliosi di aver portato a termine questa acquisizione che arricchisce il gruppo di un’eccellenza italiana presente in tutto il mondo nel settore ATM, IDS AirNav. Siamo certi che grazie a questa acquisizione Enav diventerà un player estremamente competitivo anche nel settore non regolamentato dei servizi e delle tecnologie dell’Air Traffic Management, sia in termini di portafoglio prodotti che di penetrazione geografica, più che raddoppiando il fatturato del gruppo nelle attività non regolamentate. Inoltre, l’integrazione delle attività e del personale di IDS AirNav potrà generare sinergie industriali anche nel business regolato”.  

A spingere Enav a questa acquisizione, il nutrito portafoglio clienti della divisione, che aiuterà il gruppo ad accrescere un segmento di business ancora marginale per Enav (quello non regolamentato). L’acquisto, unito all’attività di Aireon – la piattaforma satellitare operativa da gennaio per la sorveglianza aeronautica globale, tramite l’installazione di un payload ADS-B a bordo di ognuno dei 66 satelliti che compongono la costellazione Iridium Next – e all’attività sui droni fatta con la società D-Flight, creata lo scorso febbraio e di cui Enav detiene il 60% (il resto è in mano a Leonardo), aiuterà il gruppo ad accrescere quella parte di mercato che è fuori dal controllo del traffico aereo classico, da cui Enav percepisce le tariffe.

Enav potrà contare dunque, grazie a quest’ultimo acquisto, su un offerta commerciale completa e competitiva, che va dalle radiomisure alla progettazione degli spazi aerei, alla formazione con l’Academy e agli altri servizi della controllata Tecnosky, che lavora a progetti di sviluppo commerciale, come stazioni meteo o installazioni di nuova strumentazione. La nuova divisione, di cui Enav in passato è stata cliente, è certificata per il disegno di procedure aeronautiche (space design). Il consiglio di amministrazione di IDS AirNav, questa la nuova denominazione, sarà composto da manager del gruppo Enav e sarà presieduto da Vincenzo Smorto, con la carica di presidente esecutivo.

Lascia un commento

avatar