Trovaci su: Twitter

Dal MISE 7 miliardi di euro per la Difesa

Di Michela Della Maggesa
In In Evidenza
13/06/2019
0 Commenti

Lo Sviluppo economico di concerto con il ministero della Difesa  ha ratificato oggi un impegno per oltre 7 miliardi di euro su programmi pluriennali  della Difesa. “Esprimo la mia massima soddisfazione per l’impegno assunto dal Governo, certa che questa manovra consentirà di salvaguardare l’interesse economico delle aziende e i tantissimi lavoratori che aspettavano una risposta prontamente arrivata”, ha dichiarato il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta.

Tra i programmi sbloccati ci sono due voci di investimento per la società consortile Iveco – Oto Melara (CIO), riguardo i programmi VBM 8×8 “Freccia” e  Blindo Centauro II. L’investimento – fa sapere via XX Settembre – “consentirà alle Forze Armate di continuare nei programmi di ammodernamento e adeguamento degli equipaggiamenti in dotazione ai militari e contestualmente consentirà all’azienda di chiudere una crisi in corso da diversi anni, salvaguardando i livelli occupazionali”.

Oltre a questi, sono stati finanziati altri importanti programmi, quali quelli relativi ai caccia Eurofighter e Tornado MLU, all’addestratore di Leonardo M345, che ieri ha ricevuto un ordine del valore di circa 300 milioni di euro per 13 velivoli, l’elicottero NH90, N-ESS, HH101, le unità navali FREMM E FSAF/AAMS B1-NT, l’avvio del programma Cosmo-SkyMed seconda generazione, i sommergibili U212 NSF, il sistema SICOTE per l’Arma dei Carabinieri ed il missile antinave Teseo Mk2 della società europea Mbda. 

Ed è prevista per domani, a La Spezia, a bordo della Fregata FREMM Martinengo, la firma dell’intesa tra Fincantieri e Naval Group. L’accordo dovrebbe portare – secondo prime indiscrezioni di stampa – alla creazione di una società paritetica (50% Italia e 50% Francia) con sede a Genova, che si dovrebbe occupare dei programmi binazionali, di ricerca e innovazione, dell’export delle unità militari e del procurement. I centri ricerca sorgeranno sia in Francia che in Italia. Il primo progetto del quale la nuova entità si occuperà dovrebbe essere l’ammodernamento di mezza vita della classe ORIZZONTE.

Lascia un commento

avatar