Trovaci su: Twitter

M-345: la Difesa firma per il secondo lotto

Di Michela Della Maggesa
In In Evidenza
13/06/2019
0 Commenti

Leonardo ha firmato ieri con la Direzione Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità il contratto per il secondo lotto del sistema di addestramento integrato basato sul velivolo M-345 HET (High Efficiency Trainer). L’intesa, che segue la prima del 2017 avente ad oggetto cinque velivoli, prevede la fornitura di tredici M-345, sistemi di addestramento e di simulazione a terra e supporto logistico per cinque anni, per un valore di 300 milioni di euro.

“La firma di questo contratto è il risultato di un dialogo costruttivo tra l’industria e il ministero della Difesa, che ha portato alla definizione delle esigenze e all’individuazione della migliore soluzione tecnologica. Come annunciato nel nostro piano industriale stiamo sviluppando il settore del training sia in termini di piattaforme e sistemi di terra, sia in termini di servizi. Grazie alla proficua collaborazione con la Difesa e al progressivo inserimento dell’M-345, l’Italia potrà contare su un’avanzatissima scuola di addestramento al volo internazionale per piloti militari”. Ha dichiarato Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo.

“L’M-345, grazie alle sue prestazioni e all’avanzato sistema di addestramento integrato, consentirà all’Aeronautica Militare un significativo miglioramento dell’efficacia addestrativa, maggiore efficienza e una riduzione dei costi operativi. I nuovi aerei, la cui prima consegna è prevista nel 2020, andranno ad integrare, a Galatina, la flotta di diciotto M-346 impiegati per la fase avanzata dell’addestramento dei piloti dell’Aeronautica Militare”. Ha aggiunto Lucio Valerio Cioffi, capo della Divisione Velivoli di Leonardo.

L’Aeronautica Militare, cliente di lancio dell’addestratore di Leonardo, ha identificato un fabbisogno fino a 45 M-345 (la cui sigla identificativa di Forza Armata è T-345A) per sostituire progressivamente i 137 MB-339, entrati in linea a partire dal 1982, e per rappresentare la nuova piattaforma della Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN). L’M-345 ha già suscitato l’interesse di diverse Forze Aeree in tutto il mondo.

Il primo volo del primo velivolo di serie è stato effettuato lo scorso 21 dicembre. Il sistema dotato dello stesso ETTS (Embedded Tactical Training Simulation) del 346 consente di effettuare anche le missioni più impegnative del sillabo addestrativo, in modo da ottenere una formazione qualitativamente elevata a costi inferiori. Per questo programma, lo scorso anno, Leonardo ha firmato con il gruppo africano Paramount una lettera di intenti  per esplorare il possibile sviluppo di una configurazione operativa dell’M-345 destinata al mercato del continente africano.

Lascia un commento

avatar