Trovaci su: Twitter

Leonardo inaugura stabilimento a Pisa per l’AW Hero

Di Airpress online
In In Evidenza
15/02/2019
0 Commenti

Leonardo ha inaugurato oggi un nuovo stabilimento a Pisa dedicato allo sviluppo e alla produzione dell’elicottero a pilotaggio remoto AW Hero. Durante la cerimonia, alla presenza tra gli altri del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, è stato presentato anche il primo elicottero di pre-produzione.

“Questa nuova struttura – ha dichiarato Alessandro Profumo a.d. di Leonardo – è rappresentativa della strada che la società stà percorrendo: investiamo in tecnologie di ultima generazione e in risorse altamente qualificate per rispondere a un mercato in rapida crescita. Il settore dei velivoli senza pilota è uno dei pilastri della nostra strategia di crescita e vogliamo diventare leader di mercato in questo campo”.

L’apertura dello stabilimento, con un organico di 60 persone, e la presentazione del primo elicottero dotato di capacità ancor più avanzate rappresentano due importanti traguardi per il programma, cresciuto significativamente nel corso degli anni. Lanciato nel 2012 nell’ambito di una joint venture con IDS, Sistemi Dinamici, tale programma è stato acquisito totalmente da Leonardo nel 2016. Con l’AW Hero Leonardo ha ampliato la gamma di elicotteri a pilotaggio remoto, che comprende anche l’SW-4 Solo, e consolidato le sue capacità come integratore di sistemi, sviluppando le piattaforme, gli equipaggiamenti e i sensori e diventando così ancora più competitivo in un mercato in rapida crescita.

Rispetto alla variante originale, l’AW Hero di pre-produzione del peso di circa 200 kg è il primo con struttura e aerodinamica modificata, un nuovo sistema di alimentazione, un nuovo albero di trasmissione del rotore di coda e un nuovo motore con raffreddamento a liquido. Questo elicottero ha effettuato il primo volo, della durata di 10 minuti, a Nettuno, vicino a Roma, nel dicembre 2018. Un secondo elicottero di pre-produzione volerà tra pochi mesi, in attesa della certificazione militare italiana prevista alla fine del 2019.

 

Lascia un commento

avatar