Trovaci su: Twitter

Il contributo per crisi e disastri arriva dallo Spazio

Di Stefano Pioppi
In Rassegna Stampa
16/01/2019
0 Commenti

È completa la costellazione satellitare per telecomunicazioni più sofisticata al mondo, realizzata dalla joint venture franco-italiana Thales Alenia Space, partecipata per il 33% da Leonardo. A bordo di un Falcon 9 di SpaceX (l’azienda del visionario Elon Musk), l’ultimo gruppo di undici satelliti di Iridium Next ha raggiunto con successo l’orbita terrestre. A un’altitudine di 780 chilometri, i 66 satelliti operativi (più nove di riserva nello Spazio e altri sei a terra) permettono di avere una copertura globale per comunicazioni sicure e protette, particolarmente utili nei casi di disastri naturali, conflitti o zone isolate.

È infatti dallo Spazio che può arrivare un aiuto fondamentale in situazioni di crisi, a partire dal monitoraggio delle infrastrutture critiche. Ne è un esempio il sistema made in Italy per l’osservazione duale della Terra Cosmo-SkyMed…

Clicca qui per continuare a leggere l’articolo

Lascia un commento

avatar