Trovaci su: Twitter

Altri quattro ordini dalla Polonia per l’M-346 di Leonardo

Di Luigi Romano
In In Evidenza
14/12/2018
0 Commenti

L’esercizio di opzioni per 130 milioni di euro porta a 76 gli ordini complessivi per l’addestratore avanzato di Leonardo, l’azienda guidata da Alessandro Profumo fresca di novità tra la nuova Divisione Electronics e l’individuazione di Barbara Poggiali come responsabile della Divisione Cyber security. Il ministero della Difesa polacco ha infatti deciso l’acquisizione di ulteriori quattro M-346 Advanced Jet Trainers (AJT), esercitando le opzioni previste dal contratto firmato lo scorso marzo.

LE PAROLE DI PROFUMO

Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo, ha dichiarato: “Oggi, Leonardo e il ministero della Difesa della Polonia hanno compiuto un importante passo in avanti verso la modernizzazione dell’Aeronautica polacca”, ha commentato l’ad di Leonardo Alessandro Profumo. “Siamo orgogliosi di questa ulteriore dimostrazione di fiducia da parte di questo importante cliente; rafforziamo in tal modo ancora di più la nostra stretta collaborazione con la Polonia”, ha aggiunto il manager.

I DETTAGLI

Nell’esercizio delle opzioni di Varsavia sono inclusi il supporto logistico e l’aggiornamento del sistema IFF (identificazione amico-nemico) dell’intera flotta di M-346 polacchi allo standard “NATO STANAG 4193 Edition 3” sviluppato da Leonardo. “Con questa acquisizione  – spiega la società di piazza Monte Grappa – l’Aeronautica polacca conclude il processo di modernizzazione della flotta di velivoli da addestramento avanzato”. Con una flotta di 16 velivoli, che sarà completata entro il 2022, la Polonia diventa il secondo maggiore cliente export dell’addestratore avanzato di Leonardo. Gli M-346 ad oggi ordinati da Italia, Polonia, Singapore e Israele sono in totale 76.

IL SISTEMA ADDESTRATIVO DI LEONARDO

“Grazie al nostro sistema di addestramento di cui la flotta di 16 M-346 è parte – ha spiegato Lucio Valerio Cioffi, capo della Divisione Velivoli – l’Aeronautica polacca avrà a disposizione una capacità addestrativa eccezionale e all’avanguardia di cui beneficerà la sua prossima generazione di piloti”. Grazie a oltre 50 anni di esperienza nel settore, le avanzate soluzioni addestrative di Leonardo consentono difatti a un cadetto dell’Aeronautica di ottenere la qualifica di pilota per i caccia di ultima generazione con una riduzione dei costi fino al 50%.

LEONARDO IN POLONIA

“Il nuovo successo dell’M-346 – spiega la società – consolida la presenza di Leonardo in Polonia, dove l’azienda impiega tremila dipendenti altamente qualificati nello stabilimento elicotteristico di Świdnik, Lublino”. Leonardo vanta una collaborazione di lunga data con il gruppo polacco PGZ nell’ambito del programma Rosomak relativo alla fornitura della torretta Hitfist da 30 mm all’Esercito polacco. L’azienda di piazza Monte Grappa contribuisce, poi, in modo significativo alla sicurezza del Paese attraverso vari programmi tra i quali rientrano la fornitura della componente di terra dedicata alla gestione e analisi dei dati provenienti dai satelliti di osservazione della terra Cosmo-SkyMed e i sistemi radar per la difesa aerea e i sistemi di sorveglianza costiera.

Lascia un commento

avatar