Trovaci su: Twitter

Il legame spaziale tra Italia e Stati Uniti raccontato da Fabrizio Sala

Di Redazione
In SPACE ECONOMY
11/12/2018
0 Commenti

Il vice presidente di Regione Lombardia, assessore alla Ricerca, innovazione, università, export e internazionalizzazione delle imprese racconta la recente missione a Houston, in occasione della SpaceCom della Nasa: “Vogliamo fare il possibile per sostenere le nostre aziende”

Il Texas e la Lombardia hanno punti di contatto che la recente missione a Houston ha contribuito a far avvicinare ancora di più. Da vice presidente di Regione Lombardia e assessore a Ricerca, innovazione, università, export e internazionalizzazione delle imprese, ho potuto constatare come le nostre aziende del settore aerospazio abbiano fortemente bisogno di aprirsi sempre di più ai mercati internazionali e l’occasione di visitare la “SpaceCom Expo 2018” di Houston è stata di sicuro un’esperienza straordinariamente formativa e interessante per poter promuovere le nostre piccole e medie imprese del settore.

Il 27 % dell’export nazionale del settore aerospaziale si genera in Lombardia e il 2017 si è chiuso con un’ulteriore crescita del comparto regionale del 9,4% rispetto al 2016, raggiungendo un fatturato di 1,4 miliardi di euro. Dati molto positivi che vogliamo incrementare anno dopo anno. Su questo, ho potuto confrontarmi con James Casey, ceo di SpaceCom e Steven Gonzalez, transfer technology manager della Nasa. D’altra parte, il settore spazio rappresenta una fonte continua di progresso che investe direttamente ambiti come le telecomunicazioni, la navigazione e l’osservazione terrestre. Un settore che è risultato poi decisivo per sviluppare nuovi sistemi per affrontare le sfide sociali globali come il cambiamento climatico, la scarsità di risorse, l’invecchiamento della popolazione, la qualità della vita e la sicurezza.

Perché fare industria aerospaziale non significa più solo produrre aeroplani ed elicotteri, ma integrare una molteplicità di competenze all’interno di sistemi altamente complessi. Il nostro impegno è quello di creare le condizioni di sviluppo per i nostri imprenditori che hanno sempre più bisogno di investire in termini di ricerca e creatività. Ho avuto il piacere di partecipare a momenti di lavoro con due aziende italiane e lombarde presenti alla SpaceCom e la promessa è quella di lavorare in sinergia con le imprese del settore per poter conoscere le loro istanze e metterle nelle migliori condizioni per lavorare con il mondo americano, a stretto contatto con la Nasa.

Nei giorni della missione a Houston, tra l’altro, si è compiuta la grande impresa della sonda “Insight” che ha raggiunto la superficie di Marte, dopo un viaggio di circa sei mesi nel vuoto dello spazio profondo durante il quale è stata guidata da un sensore d’assetto italiano, fabbricato in Toscana. L’Italia gioca un ruolo importantissimo e noi di Regione Lombardia vogliamo fare il possibile per sostenere le nostre aziende, in un sistema che conta 220 imprese con più di 16mila addetti. La missione si è conclusa con le migliori intenzioni di accelerare sempre di più in termini di ricerca e innovazione in un settore strategico come quello aerospaziale. Dal Texas alla Lombardia, vogliamo creare link strategici per continuare a svolgere un ruolo di traino nel campo dello sviluppo tecnologico.

Lascia un commento

avatar