Trovaci su: Twitter

Demo tour alle alte quote per l’ATR 42-600

Di Michela Della Maggesa
In In Evidenza
12/11/2018
0 Commenti

Il costruttore ATR, che ha appena partecipato al salone aeronautico di Zhuhai, ha concluso la dimostrazione delle prestazioni dell’ATR 42-600 in ambiente montano alle alte altitudini. Il demo trour ha toccato diversi aeroporti della provincia dello Yunnan, nel sud ovest della Cina, tra cui Diqing (3.287 metri dal livello del mare), il più elevato aeroporto mai toccato da un ATR 42-600, Lijiang e Kunming. Per l’occasione, il velivolo è stato verniciato con una speciale livrea, recante la scritta “Highland Eagle” in mandarino. A bordo anche piloti delle compagnia aeree cinesi. “L’ATR 42-600 ha raggiunto un ulteriore record, salendo ai suoi più alti livelli di decollo e atterraggio”. Afferma, Stefano Bortoli, ceo di ATR. “Il poter operare perfettamente in questo ambiente a bassi costi operativi – ha aggiunto -, dimostra come il velivolo rappresenti la soluzione ideale per aumentare la connettività regionale in Cina”. Nessun altro velivolo regionale in produzione potrebbe servire regolarmente Diquing in configurazione da aviazione generale. L’ATR 42-600 incorpora un nuovo standard avionico (RNP-AR 0.3/0.3), che offre una guida di precisione di 0.3 miglia nautiche, permettendo maggiore accuratezza nelle fasi di decollo e atterraggio, anche in regioni montuose.  Inoltre, le ultime modifiche avioniche apportate dal costruttore, consentono di ridurre i consumi e di aumentare il carico utile, riducendo la resistenza in fase di salita. ATR stima che la Cina richiederà nei prossimi anni 1.100 velivoli turboprop.

 

 

Lascia un commento

avatar