Trovaci su: Twitter

Leonardo, è record di ordini per il business meteorologico

Di Redazione
In In Evidenza
09/08/2018
0 Commenti

È una prima metà del 2018 da record quella del business meteo di Leonardo, il campione italiano dell’aerospazio, sicurezza e difesa guidato da Alessandro Profumo. Protagonista della crescita è soprattutto Selex Es GmbH, controllata tedesca dell’azienda di piazza Monte Grappa specializzata proprio in applicazioni meteorologiche. Il tutto in una semestrale (presentata la scorsa settimana) che per Leonardo ha certificato la crescita dei ricavi del 4% e la ripresa degli elicotteri, portando tra l’altro l’azienda a rivedere al rialzo le guidance sugli ordini del 2018.

TRA AUSTRALIA E AFRICA

La famiglia di radar Meteor è stata al centro di una serie di contratti internazionali, che hanno tra l’altro fatto seguito all’annuncio dello scorso marzo sul contratto in Australia. La società fornirà e installerà infatti nuovi sistemi radar per la banda S-Band e C-Band nel Paese. Ma dall’Oceania all’Africa il passo è breve, e così Selex ES GmbH si è aggiudicata le commesse per la fornitura di sistemi radar meteorologici X-Band in aeroporti del Camerun, della Repubblica del Congo e del Madagascar. “I sistemi – spiega la società in una nota – saranno utilizzati per rilevare il fenomeno del windshear, delle correnti convettive e di turbolenza, così da fornire informazioni tempestive ai controllori del traffico aereo”. Inoltre, in questi sistemi sarà integrata la soluzione proprietaria di Leonardo ShearScout per il rilevamento del windshear che comprende i radar meteorologici Meteor 60DX.

IN ASIA…

Per quanto riguarda l’area dell’Asia-Pacifico, Selex ES GmbH fornirà radar meteorologici e sistemi a clienti in Malesia e in Indonesia. Nel primo Paese, la società fornirà tre radar meteorologici Meteor 60DX, incluso il suo software proprietario Rainbow 5 per l’elaborazione e la visualizzazione integrata di dati provenienti da diversi sensori, e il sistema web baseddi supporto alle decisioni SmartWx. In Indonesia invece, l’agenzia governativa per la meteorologia, la climatologia e la geofisica (Bmkg), ha scelto Leonardo per fornire un sistema integrato “chiavi in mano” che comprenderà un centro nazionale di elaborazione dati raccolti da più sistemi radar che utilizzerà il software proprietario Rainbow 5. Il sistema, composto inizialmente da 21 radar integrati, potrà arrivare ad includere più di 60 sistemi anche di altri fornitori.

…E IN AMERICA

Passando al continente americano, la controllata tedesca di Leonardo ha siglato un contratto per installare il primo sistema radar meteorologico Rainscanner in Perù. “Il radar – spiega ancora piazza Monte Grappa – sarà utilizzato da un’università peruviana per la ricerca scientifica nei settori della meteorologia, climatologia, ecologia e sviluppo agricolo”. In particolare, “Rainscanner rileverà e monitorerà le minacce eco-climatiche sulla costa settentrionale del Perù, di rilievo nel caso del Fenomeno di El Niño, che produce fenomeni meteorologici estremi nella regione”. Inoltre, un cliente di Bermuda ha selezionato Selex ES GmbH per aggiornare il suo attuale sistema radar Klystron con banda S. Il radar Meteor 1500S attualmente installato sarà aggiornato al Meteor 1700S: un radar meteorologico S-Band, Klystron con tecnologia a doppia polarizzazione.

CONTRATTI ANCHE IN EUROPA

Ma nella crescita del business è stato protagonista anche il Vecchio continente. La società si è aggiudicata un contratto con Météo France, il servizio meteorologico francese, per fornire fino a sei sistemi radar magnetron S-Band, con l’obiettivo di modernizzare la rete radar meteorologica francese, sostituendo i sistemi esistenti in Francia e quelli in uso con i dipartimenti d’oltremare. Dal nord Europa un ulteriore contratto quadro ha invece riguardato cinque radar meteorologici magnetron in banda C Meteor 735C dell’azienda. “Gli ultimi successi, ottenuti nell’ambito di selezioni su base competitiva – ha notato Leonardo – confermano le capacità dell’azienda nello sviluppo di tecnologie e sistemi e ne rafforzano il posizionamento nel mercato internazionale dei radar meteorologici”.

Lascia un commento

avatar