Trovaci su: Twitter

Avanti con Cst-100 e Dragon V2, la Nasa ignora il ricorso

Di Michela Della Maggesa
In In Evidenza
13/10/2014
0 Commenti

La Nasa andrà avanti con le attività di sviluppo delle capsule commerciali Cst-100 di Boeing e Drangon V2 della Space X, nell’ambito del contratto CctCap (Commercial Crew Transport Capability). Lo scorso 1° ottobre, l’agenzia aerospaziale americana aveva interrotto le attività di finanziamento legate ai due contratti assegnati il 16 settembre, a seguito di un ricorso presentato da Sierra Nevada Corporation, azienda esclusa dal progetto per il post Space Shuttle. Il 9 ottobre la stessa Nasa ha deciso di andare avanti con il programma, malgrado le proteste dell’azienda che vantava un programma meno costoso, per evitare ritardi che potrebbero essere dannosi per i collegamenti con la Stazione Spaziale Internazionale, appellandosi “all’interesse degli Stati Uniti”. In ogni caso il Gao (General Accounting Service) a cui Sierra Nevada si era rivolta si pronuncerà sull’argomento a gennaio.

Lascia un commento

avatar