Trovaci su: Twitter

Lockheed Martin, accordo con Aerion per un business jet supersonico

Di Redazione
In In Evidenza
18/12/2017
0 Commenti

Il colosso americano dell’aerospazio e delle difesa, Lockheed Martin, ha annunciato la firma di un Memorandum of Understanding (MoU) con Aerion, azienda del Nevada specializzata nel volo supersonico, per valutare la possibilità di realizzare il primo business jet supersonico, l’Aerion AS2. Durante i prossimi dodici mesi, le due compagnie lavoreranno insieme allo sviluppo di un framework relativo a tutte le fasi del programma, dalla progettazione, alla certificazione fino alla produzione in serie.

L’ accordo “è particolarmente importante per favorire la rinascita del supersonico”, ha detto il presidente di Aerion Robert M. Bassa. “Quando si tratta di know-how nel supersonico – ha aggiunto – le capacità di Lockheed Martin sono ben note e, di fatto, leggendarie. Condividiamo con Lockheed Martin un impegno per lo sviluppo nel lungo termine di un efficiente velivolo supersonico civile”.

“Siamo entusiasti di lavorare con Aerion allo sviluppo della prossima generazione di jet supersonici che potrebbe servire come piattaforma per esplorare il futuro dei velivoli supersonici”, ha invece affermato l’executive vice presidente di Lockheed Martin Aeronautics Orlando Carvalho.

Il MoU è il risultato di un intensa trattativa tra Aerion e la divisione Skunk Works Advanced Development Programs di Lockheed Martin. “Per quasi 75 anni Skunk Works ha lavorato alla realizzazione di velivoli rivoluzionari che hanno spinto i confini del possibile”, spiega in una nota il colosso statunitense. Difatti, Lockheed Martin è nota per lo sviluppo di velivoli da combattimento di grande successo come F-16, F-35, F-22 e il velocissimo velivolo SR-71, in grado di superare Mach 3.

“In seguito alla nostra revisione iniziale della tecnologia aerodinamica di Aerion, la nostra conclusione è che il concept dell’Aerion AS2 giustifica ulteriori investimenti di tempo e risorse”, ha detto Carvalho. “Siamo impegnati a restare all’avanguardia della tecnologia aerospaziale e siamo entusiasti di esaminare il contributo che potremmo apportare collaborando con Aerion per fare la storia dell’aviazione”.

Negli scorsi due anni e mezzo, Aerion ha studiato l’aerodinamica e la struttura dell’AS2 avvalendosi della collaborazione di Airbus. Con questo sforzo, le due compagnie hanno sviluppato un progetto preliminare dell’ala, delle aerostrutture, del layout dei sistemi e dei concept preliminari per un sistema di controllo di volo fly-by-wire.
“Siamo grati ad Airbus per il contributo al programma”, ha detto Brian Barents, executive chairman di Aerion. “Non avremmo potuto portare il programma a questo livello senza il loro supporto”. Lo scorso maggio inoltre GE Aviation ha annunciato un accordo con Aerion per la definizione di un motore in grado di spingere l’AS2 a velocità supersonica.

Lascia un commento

avatar