Trovaci su: Twitter

A Fiumicino il “Kids take over” di Adr e Unicef

Di Redazione
In In Evidenza
20/11/2017
0 Commenti

Insolito “take over” all’aeroporto di Roma Fiumicino. I bambini hanno preso il posto dei propri genitori, partecipando, con tanto di divise, all’attività dei terminal. L’iniziativa, denominata “Kids take over”, è stata organizzata da Aeroporti di Roma (Adr) insieme all’Unicef per celebrare la Giornata Mondiale dell’Infanzia.

In occasione del 28esimo anniversario della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, giornata in cui l’Unicef invita i bambini di tutto il mondo a prendere simbolicamente il posto degli adulti nei ruoli chiave sociali, dalla politica alle imprese, anche l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino è stato protagonista di un insolito “takeover”, grazie all’iniziativa organizzata da Adr – Aeroporti Di Roma insieme all’Unicef.

In tutti i Terminal del Leonardo da Vinci, oggi gli addetti Adr al servizio Informazioni, alla security, alla sicurezza delle piste e i Terminal Manager sono stati affiancati dai propri figli, che indossavano divise identiche, nella gestione dell’attività aeroportuale. I piccoli hanno così potuto incontrare e assistere i passeggeri nelle aerostazioni e, sotto la supervisione diretta degli adulti, hanno simbolicamente contribuito a gestire la giornata di lavoro aeroportuale.

“Un’iniziativa simbolica – fa sapere Adr – per esprimere il sostegno di Aeroporti di Roma alla campagna globale dell’Unicef, in supporto dei milioni di bambini che, ancora oggi, nel mondo non hanno accesso all’istruzione, vivono in ambienti poco protetti o sono stati costretti ad abbandonare la propria abitazione. Lo stretto rapporto di collaborazione tra Aeroporti di Roma e Unicef è stato anche suggellato da un incontro tenutosi questa mattina, presso il Leonardo da Vinci, tra il Direttore generale dell’Unicef Italia Paolo Rozera e l’amministratore delegato di Adr Ugo De Carolis, per seguire direttamente nei Terminal l’andamento del “take over” dei piccoli addetti aeroportuali.

Lascia un commento

avatar