Trovaci su: Twitter

Lockheed Martin, contratti da 337 milioni di dollari per i sensori degli Apache

Di Redazione
In In Evidenza
10/10/2017
0 Commenti

Il colosso Usa Lockheed Martin ha annunciato di aver siglato contratti per 337 milioni di dollari per i sistemi Modernized Target Acquisition Designation Sight/Pilot Night Vision Sensor (M‑TADS/PNVS) destinati a equipaggiare gli Apache di Stati Uniti, Regno Unito e Arabia Saudita. Il nuovo contratto, fa sapere l’azienda in una nota, “consente a Lockheed Martin di rispondere rapidamente alle emergenti esigenze di difesa dei propri clienti Apache, inclusi i requisiti per i nuovi sistemi e gli aggiornamenti dei sensori”.

Gli ordini rientrano all’interno di un nuovo contratto a consegne e quantità indefinite (ID/IQ), firmato con l’esercito degli Stati Uniti. L’ID/IQ, con almeno 2 miliardi di dollari in ordini potenziali e un periodo di prestazioni di cinque anni, è il mezzo contrattuale per fornire sistemi e servizi M-TADS / PNVS ai clienti statunitensi e internazionali.

“Lockheed Martin è impegnata in una partnership forte e sostenuta con i clienti negli Stati Uniti e in tutto il mondo”, ha dichiarato Paul Lemmo, vice presidente Fire Control/Special Operations Forces Contractor Logistics Support Services. “Questo contratto – ha aggiunto – ci consente di rispondere rapidamente alle loro esigenze di difesa emergenti, compresi i requisiti per i nuovi sistemi e aggiornamenti M-TADS / PNVS”.

Secondo quanto previsto dall’ordine per l’esercito statunitense, Lockheed Martin fornisce un kit di aggiornamento per l’assemblaggio M-TADS/PNVS/Modernized Day Sensor Assembly (M-DSA) e il Modernized Laser Range Finder Designator. Per il Ministero della Difesa del Regno Uniti sta fornendo i kit di aggiornamento M-DSA per la ricalibrazione del M-TADS/PNVS, come parte di uno sforzo di rielaborazione per l’aggiornamento dei modelli Apache A ai modelli E. Per l’Arabia Saudita il Gruppo fornisce i sistemi M-TADS/PNVS per nuovi Apaches modello E.

Lascia un commento

avatar