Trovaci su: Twitter

Nuovo contratto fra la U.S. Air Force e Lockheed Martin

Di Andrea Jorma Buonfrate
In In Evidenza
12/09/2017
0 Commenti

L’Air Force statunitense ha assegnato a Lockheed Martin un contratto da 45,5 milioni di dollari per utilizzare in anteprima il segnale (M-Code) del codice di tipo militare (Mceu) per il sistema di posizionamento globale (GPS). Parte del piano di modernizzazione globale del GPS, M-Code è un nuovo segnale avanzato progettato per migliorare l’anti-jamming e la protezione contro lo spoofing, nonché per aumentare l’accesso sicuro ai segnali GPS militari per gli Stati Uniti e le forze armate alleate .

L’Mceu fornirà il comando e il controllo della capacità di M-Code per otto satelliti GPS IIR-M e 12 GPS IIF attualmente in orbita, nonché i futuri satelliti GPS III che l’Air Force prevede verranno lanciati nel 2018. Mceu è previsto come un modo per accelerare la distribuzione di M-Code per supportare il testing e la campionatura di apparecchiature utente modernizzate a sostegno dei caccia.

Il contratto Mceu dell’Air Force guida Lockheed Martin verso l’aggiornamento dell’attuale sistema di controllo operativo (Ocs)  e dell’Architectural Evolution Plan (Aep) che consente di dare compiti, caricare e monitorare l’M-Code all’interno della costellazione GPS. Il contratto prevede un nuovo sviluppo del software e dell’hardware che verrà implementato nel 2019 in tutte le installazioni sul territorio che supportano il GPS.

“Quando la gente pensa ai GPS, spesso pensa ai satelliti che forniscono i segnali, ma non ricordano l’importante sistema terrestre che sta alle spalle. Riconosciamo che la sezione” terrestre “è fondamentale per qualsiasi costellazione di missioni spaziali e siamo orgogliosi di poter aiutare l’Air Force con questa parte del loro piano di modernizzazione GPS “, ha dichiarato Mark Stewart, vice presidente di Lockheed Martin per i sistemi di navigazione.

L’Aep Ocs – attualmente gestito da Lockheed Martin nel Control Segment Sustainment Contract del GPS (GCS) – controlla oggi 12 satelliti GPS IIR, 8 IIR-M e 12 IIF, attualmente in orbita. L’azienda ha implementato con successo diversi progetti recenti per modernizzare e sostenere il sistema per l’aeronautica.

Nel mese di giugno, Lockheed Martin ha implementato il primo dei suoi ricevitori in vista del miglioramento della tecnologia delle stazioni di monitoraggio GPS (Mstic) alla Cape Canaveral Air Force Station. Il sistema Mstic, sostituisce un hardware vecchio di 30 anni, mette in condizione l’Air Force di sfruttare in futuro miglioramenti tecnologici off-the-shelf con potenza di elaborazione, affidabilità e sicurezza della rete. Sei stazioni di monitoraggio Aep Ocs in tutto il mondo riceveranno l’aggiornamento Mstic entro la fine del 2017.

Nel febbraio 2016, l’Air Force ha assegnato a Lockheed Martin il Contingenty Operations GPS III (COps) per aggiornare l’Aep Ocs con nuove funzionalità in modo da poter supportare i più potenti satelliti GPS di prossima generazione. Il programma COps ha superato una vera e propria missione di recensione critica nel design nel dicembre 2016.

Inoltre, attraverso il contratto Gcs, Lockheed Martin ha completato il progetto Commercial Upgrade # 2 (Cup2) – parte di un piano pluriennale per modernizzare la tecnologia Aep Ocs e migliorare la capacità del sistema di proteggere i dati e infrastrutture dalle minacce informatiche interne ed esterne, nonché a migliorarne la sostenibilità e l’operatività complessiva. Cup2 è ora pienamente operativo e gestisce la costellazione GPS attuale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *