Trovaci su: Twitter

Il nuovo network di comunicazione quantistico cinese

Di Francesco Ressa
In In Evidenza
07/08/2017
0 Commenti

La Cina sta per lanciare un nuovo e impenetrabile network di comunicazione basato su una tecnologia che permette l’utilizzo della crittografia quantistica. La città di Jinan sarà il nuovo hub di tale progetto, di cui è previsto il lancio per la fine del mese di agosto. Come sottolinea la BBC, l’innovativo progetto fa parte di un quadro più grande: Pechino sta diventando leader nello sviluppo di una tecnologia in cui l’occidente ha deciso di non investire, tecnologia che potrebbe, in futuro, essere venduta ad altri Paesi. Al contrario dei tradizionali metodi di crittografia, che celano la chiave necessaria a leggere il messaggio in complessi problemi matematici, la crittografia quantistica utilizza un metodo differente: la chiave di sicurezza viene inserita inizialmente all’interno di fotoni e, solo successivamente, viene inviato il messaggio criptato – tale metodo è definito distribuzione a chiave quantistica. Il vantaggio fondamentale di questa tecnologia è la possibilità per il mittente e il destinatario di scoprire immediatamente eventuali tentativi di hacking. Chiunque provasse a intercettare le particelle di luce infatti, si troverebbe ad alterarle o distruggerle. Non è ancora chiaro se tale tipo di tecnologia rimpiazzerà, con il passare degli anni, la crittografia tradizionale, tuttavia, la distribuzione a chiave quantistica è considerata uno dei suoi possibili successori. Uno dei problemi della costruzione di network come quello di Jinan è il loro elevato costo; in assenza di un mercato commerciale è inoltre difficile attrarre investimenti. L’occidente si trova indietro in questo ambito con solo alcuni network a chiave quantistica operativi in Europa e negli Stati Uniti gran parte dei quali portati avanti come progetti di ricerca, dunque senza partner commerciali.

Lascia un commento

avatar