Trovaci su: Twitter

Il Commissario Ue Bieńkowska in visita al centro Telespazio del Fucino

Di Redazione
In SPACE ECONOMY
14/06/2017
0 Commenti

“È per noi un onore e un motivo d’orgoglio poter mostrare al commissario Elżbieta Bieńkowska il Centro del Fucino di Telespazio, una delle eccellenze tecnologiche mondiali in campo spaziale”. Così il nuovo amministratore delegato di Leonardo-Finmeccanica Alessandro Profumo, ha accolto il commissario europeo al mercato interno, industria e imprenditoria e pmi presso il centro spaziale del Fucino di Telespazio. “È anche una giornata importante – ha aggiunto Profumo – per tutte le persone che lavorano qui e che ogni giorno assicurano la disponibilità e l’efficienza del sistema Galileo, garantendo servizi di qualità a cittadini e istituzioni”.

Oltre a Profumo, ad accogliere la delegazione europea c’era il direttore del settore Spazio di Leonardo e ad di Telespazio, joint venture tra Leonardo (67%) e Thales (33%), Luigi Pasquali. Ha partecipato all’incontro anche il presidente dell’Agenzia spaziale italiana Roberto Battiston. “La visita del Commissario europeo, che ringrazio – ha detto Battiston -, è la testimonianza che Galileo è uno dei pilastri della Strategia Spaziale Europea, il documento programmatico della Ue per il settore presentato nel 2016, di cui il Commissario Bieńkowska è firmatario”.

“La visita del commissario Europeo – si legge invece nella nota di piazza Monte Grappa – testimonia la centralità del settore Spazio, sempre più visto come un fattore chiave nell’economia europea, capace di creare crescita e occupazione e fornire, attraverso infrastrutture come il centro del Fucino, servizi indispensabili nella vita di ogni giorno: dalle comunicazioni alla TV satellitare, dal monitoraggio ambientale all’agricoltura, dai trasporti alla sicurezza e alla gestone delle emergenze”. All’interno del teleporto del Fucino ha infatti sede anche uno dei centri che controllano e gestiscono proprio il programma di navigazione e localizzazione satellitare Galileo.

Con le sue 170 antenne su 370mila metri quadrati di superficie, il centro del Fucino “è il primo e più importante teleporto al mondo per usi civili”. Attivo 24 ore su 24 ogni giorno dell’anno, controlla i satelliti di numerose missioni spaziali italiane e internazionali in orbita intorno alla Terra e garantisce servizi di telecomunicazione, televisivi e multimediali su scala globale. Il Fucino ospita anche il centro di controllo del sistema italiano Cosmo-SkyMed, la prima costellazione satellitare al mondo per l’osservazione della Terra a scopi civili e militari.

(Nella foto, da sinistra a destra: Pierre Delsaux, vice direttore generale mercato interno, industria, imprenditoria e pmi della Commissione europea; Roberto Battiston, presidente Asi; Elżbieta Bieńkowska, commissario europeo al mercato interno, industria, imprenditoria e pmi; Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo; Luigi Pasquali, direttore del settore Spazio di Leonardo e amministratore delegato di Telespazio)

Lascia un commento

avatar