Trovaci su: Twitter

Visti da lontano

Di Nick Brough
In Columnist
19/05/2017
0 Commenti

In fondo a sinistra!
Immaginate la situazione: portate Fido in viaggio. Essendo piccolo, vi permettono di portarlo in cabina, nella sua gabbietta. Hai già passato il controllo passaporti e sicurezza e Fido vi fa capire che ha bisogno di “andare al bagno”. Ma come si fa? Per chi parte dello scalo di Syracuse, vicino a New York, il problema non sussiste. È stato aperto un bagno per i quadrupedi viaggiatori. Tutto hi-techça va sans dire – nel mondo aeronautico: erba finta e un sistema automatico di pulizia con acqua. Bau! Bau!visti da lontano foto 1 (1)

Alla United un problema tira l’altro
Pochi giorni dopo il maltrattamento dello sfortunato dr. David Dau, a bordo di un aereo della United Airlines, un passeggero è stato punto da uno scorpione durante un volo della stessa compagnia, da Houston a Calgary. La Arachnida, che non era un ausiliario addetto a intimidire i passeggeri dell’aereo, è sceso dagli alloggiamenti per i bagagli a mano, scivolando sui capelli di un passeggero. Scuotendo la testa, il passeggero è riuscito a far cadere lo scorpione sul tavolino, ma successivamente è stato punto su una mano. “L’effetto era simile alla puntura di una vespa” – ha dichiarato il passeggero – forse sminuendo il disagio, per evitare di essere buttato giù dall’aereo come disturbatore della quiete. Lo scorpione invece non è arrivato a Calgary… Ha concluso la sua breve vita soppresso nel bagno dell’aereo.

Morto Simon, il coniglio giganteVisti da lontano foto 2 (1)
Chi non ha visto un coniglio di Fiandra stenta a credere che un animale simile esista. La regione belga ha dato il nome a una razza di conigli giganti, che raggiungono la lunghezza di un metro. Simon era uno splendido esemplare consegnato alla United Airlines dai suoi padroni per il volo da Londra a Chicago, dove avrebbe partecipato a una fiera. Non l’hanno più visto. Le prime notizie riportavano che Simon fosse vivo all’arrivo, ma dormisse. Trasportato dalle stive dell’aereo fino al luogo della riconsegna di animali, era stato invece trovato morto. Senza chiedere indicazioni ai proprietari su cosa fare con il corpo, è stato cremato. Oltre alla tristezza e alla rabbia per la sua morte, la famiglia si interroga sul perché della cremazione, ipotizzando che forse la sua gabbia fosse stata posta, erroneamente, in una zona della stiva senza riscaldamento e che quindi, dopo il lungo viaggio, Simon fosse morto congelato. La cremazione ha, nei fatti, impedito la ricostruzione di eventuali prove. È lecito supporre a questo punto che la questione possa essere esaminata in tribunale.

Un reato per non essere piantato dalla ragazza
I giornali indiani riportano il caso del 32enne Vamsi Krishna che, per fare bella figura con la sua ragazza, la invita a un viaggio che non si può permettere di pagare. Le invia biglietti aerei fasulli per un viaggio a Bombay, che riesce a creare grazie al suo lavoro nel settore. Per non perdere la sua credibilità ed evitare di rovinare il suo rapporto, manda un’email alla polizia per segnalare un rischio terroristico all’aeroporto. La polizia segue le dovute procedure di sicurezza e nel frattempo rintraccia l’indirizzo IP del luogo di invio della mail – un Internet caffè a Hyderabad. Da lì è bastato poco per scovare e incriminare lo sprovveduto ragazzo.

Lascia un commento

avatar