Trovaci su: Twitter

Air India torna a Roma e lo fa con il 787

Di Michela Della Maggesa
In In Evidenza
06/06/2014
0 Commenti

Arriverà stasera alle 20.40, accolto in pista dal tradizionale “cannone d’acqua” dei Vigili del Fuoco, il Dreamliner B787 di Air India, in arrivo su Fiumicino da Nuova Delhi. Dopo un’assenza di oltre 10 anni, la prima compagnia indiana ha deciso di tornare ad operare sulla capitale giornalmente con un collgamento pensato soprattutto per rispondere puntualmente alle esigenze della clientela business. Il nuovo volo è un risultato importante – fa sapere Aeroporti di Roma, AdR – considerato il bacino di utenza potenziale di circa 160.000 passeggeri l’anno tra la capitale e l’India, di cui oltre 70.000 sulla rotta Roma-New Delhi, città di 13 milioni di abitanti e primo punto di origine per passeggeri trasportati da e per la capitale indiana. “Con questo collegamento abbiamo colmato un gap che durava da 15 anni”. Ha detto a Roma Rohit Nandan, chairman e managing director di Air India. “Nei prossimi mesi attiveremo anche un volo per Mosca e siamo fiduciosi di aprire presto anche altre destinazioni da e per l’Europa. Inoltre stiamo per ufficiliazzare il nostro ingresso in Star Alliance, in qualità di 29° vettore partner dell’alleanza internazionale, che ci darà accesso ad un network mondiale e ci renderà ancora più competitivi sul mercato”.

Il volo di Air India segna il debutto operativo in Italia del Dreamliner, l’aereo della Boeing, alla cui costruzione partecipa anche Alenia Aermacchi, in qualità di fornitore di due sezioni di fusoliera – quella centrale e centro-posteriore -, oltre che del piano di coda orizzontale. “Come ogni nuovo velivolo è normale che all’inizio possano esserci dei problemi”, ha detto il manger della compagnia, rispondendo a chi gli chiedeva un giudizio sull’aereo, “ma adesso sono stati superati ed in termini di confort volare sul Dreamliner è davvero fantastico”. Il nuovo volo, che si unisce ai 4 collegamenti settimanali operati da Air India da Malpensa, potrebbe portare anche ad altre novità, dal momento che Aeroporti di Roma ha fatto sapere di stare esplorando nuove opportunità di mercato con il vettore. “Da marzo 2014 il traffico su Roma è tornato a crescere – ha detto Lorenzo Lo Presti, amministratore delegato di Adr – e stiamo lavorando per il rilancio di Fiumicino, questo volo ne è una testimonianza. Finalmente dal 2013 abbiamo il contratto di programma ed è cominciata la fase dello sviluppo delle infrastrutture aeroportuali. Abbiamo già chiuso alcuni cantieri minori – ha aggiunto -, mentre altri sono in corso”. “I soldi privati per fare investimenti ci sono – ha concluso – e vogliamo crescere”.

Lascia un commento

avatar