Trovaci su: Twitter

Aeronautica, cambio al vertice del Ruolo delle Armi e del Comaer

Di Redazione
In In Evidenza
20/12/2016
0 Commenti

Ieri, presso l’Aeroporto Militare F. Baracca di Centocelle, a Roma, ha avuto luogo, alla presenza del capo di Stato maggiore dell’Aeronautica militare Enzo Vecciarelli, la cerimonia di avvicendamento tra il generale Massimo Berti e il generale Giorgio Baldacci, nell’incarico di generale del Ruolo delle armi, e tra lo stesso generale Berti e il generale Francesco Cannillo, il quale subentra nell’incarico di comandante del Comando aeronautica militare Roma (Comaer).

Il generale di divisione Berti ha poi ringraziato tutto il personale del Comaer e degli Enti Dipendenti per la trasparenza, la professionalità e l’abnegazione con cui ha operato sotto il suo comando: “Grazie a tutti voi per quello che avete fatto e per come lo avete fatto”. Nell’incarico di generale del Ruolo delle armi, Berti ha affidato un messaggio agli ufficiali del Ruolo: “Siate dei comandanti, improntate la vostra attività alla correttezza, alla coerenza e alla dignità del Ruolo che ricoprite nella nostra organizzazione, ispirandovi a quanti, con dedizione e spirito di sacrificio hanno servito l’Aeronautica Militare”.

Il generale di brigata Cannillo ha ricordato, nel suo intervento, la mission del Comando Aeronautica Militare Roma, volta a garantire l’efficacia operativa degli Enti Interforze e di Forza armata dislocati nei sedimi di palazzo Aeronautica e degli aeroporti di Centocelle e di Vigna di Valle. Cannillo ha inoltre affermato che, come comandante del Comaer, dedicherà il proprio impegno a rendere sempre più coesa la compagine affidatagli, sempre più al servizio della comunità interforze e del sistema paese.

Il generale di divisione Baldacci ha voluto sottolineare il compito che ricopre il Ruolo delle Armi e che, ancora di più, ricoprirà nell’Aeronautica 4.0: “non si tratta dunque di definire in modo drastico o dinastico chi è senato o popolo, stomaco o braccia ma, in primo luogo, riconoscere il prezioso ruolo svolto da ciascuno, nel concorrere e collaborare alla vita e alla salute dello stesso corpo cui si appartiene”.

Anche il capo di Stato maggiore, ha inserito l’avvicendamento nel contesto della riorganizzazione della Forza armata: “Facciamo parte di una learning organization; a noi piace imparare dalle lezioni apprese nel corso della nostra operatività, prendere spunto dall’intelligenza dei nostri uomini”.

(Foto: Aeronautica militare)

Lascia un commento

avatar