Trovaci su: Twitter

Ancora di Sikorsky l’elicottero presidenziale

Di Michela Della Maggesa
In In Evidenza
14/05/2014
0 Commenti

ll “Marine One”, sarà ancora un Sikorsky. La Marina degli Stati Uniti ha assegnato al costruttore del Connecticut il contratto per la progettazione, lo sviluppo e la costruzione degli elicotteri dedicati al trasporto del presidente degli Stati Uniti. La commessa da 1,24 miliardi di dollari prevede la modifica, l’esecuzione dei test e la costruzione di sei S-92 e di due simulatori entro il 2020 e la consegna dell’intera flotta di 21 elicotteri entro il 2023.

L’elicottero bimotore S-92, già utilizzato in 10 Paesi per il trasporto di Stato, era stato presentato da Sikorsky alla Marina ad agosto 2013, dopo una richiesta emessa a maggio. Dei sei aeromobili previsti dal contratto, due saranno designati Engineering Development Models e saranno testati da personale della Marina a Patuxent River, che validerà performance in volo e sistemi di comunicazione.

I primi due elicotteri per i test saranno consegnati nel 2018, con i simulatori, mentre i rimanenti quattro, passeranno allo stato operativo dopo una serie di collaudi. Il programma aveva già avuto un vincitore, il VH-71, versione modificata dell’AW101 di AgustaWestland, che nel 2005 aveva battuto l’S-92. AgustaWestland che partecipava alla gara in team con Lockheed Martin aveva poi subito la cancellazione dle programma nel 2009, a causa dell’aumento dei costi dovuti a improvvisi cambi nei requisiti dell’US Navy.

Lascia un commento

avatar